Tav, da Cipe ok progetto finale. M5S: “Contrari, opera inutile”

0

Ieri il Cipe a Roma ha approvato il progetto definitivo dei lavori per la costruzione dell’alta velocità dei treni da Brescia a Verona, come prolungamento della Tav da Treviglio a Brescia e fino ad arrivare al nord-est. Ma dopo il via libera sono arrivati i commenti politici bresciani del Movimento 5 Stelle a vari livelli e che sono critici con l’opera. “Riguardo l’approvazione, si conoscono solo le dichiarazioni dell’assessore regionale che parla di possibili varianti e modifiche.

Attendiamo gli atti ufficiali. Un’opera inutile e un progetto insensato – dice il deputato Ferdinando Alberti – come abbiamo ribadito al ricorso al Consiglio di Stato sottoscritto da tutti i parlamentari M5S bresciani a fianco di cittadini e associazioni”. “L’amministrazione di Brescia non da risposte soddisfacenti ai cittadini. Chiediamo di informare la cittadinanza sui dettagli del progetto – aggiunge la consigliera comunale Laura Gamba – anche per rispetto nei confronti di chi verrà espropriato di una parte della propria vita. Pronta un’interrogazione in Loggia”.

“Il Pd al Governo e la Lega in Regione sono gli unici responsabili e continuano a prendere in giro i cittadini parlando di fermate intermedie, dimenticando che il Tav per principio fa poche fermate. Ribadiamo il nostro no – dice il senatore Vito Crimi.- Non siamo contro il progresso e contro lo sviluppo, tutt’altro. Riteniamo che si possono ottenere analoghi risultati con l’ottimizzazione della linea esistente, con costi limitati e impatto minimo sul territorio”.

Lascia un commento