Livigno, per l’estate arriva il BikePass. Ecco come funziona

0

Skipass? No, in estate si usa il BikePass! La novità summer 2017 targata Livigno è il pass riservato ai biker, che potranno accedere agli impianti del Mottolino e del Carosello 3000 con la stessa tessera. Dal giornaliero, che costerà 37,00 euro e 26,00 il ridotto, al plurigiornaliero non ci saranno più vincoli nel risalire in quota, scendere nel bikepark per poi percorrere i numerosi flow trails appositamente tracciati e mappati per le mtb.

Ma non solo, dal 16 settembre al 1 ottobre, saranno valide le offerte BikePass Free, che permettono di avere il BikePass in omaggio se si pernotta per un minimo di 3 notti in hotel o 7 in appartamento nelle strutture BIKE Hotel&Apartaments.

Livigno, considerata una delle capitali mondiali della mountain bike, offre percorsi, strutture e servizi adatti a ogni tipo di biker. A Mottolino la scelta spazia tra 13 sentieri che vanno da quelli blu per approcciare la disciplina imparando la tecnica, a quelli rossi che si dividono in 2 categorie: quelli più scorrevoli e quelli più tecnici con radici, salti e sassi. Ci sono poi sentieri neri adatti a un target di professionisti ed infine la possibilità di testare nuove evoluzioni sul mega gonfiabile all’arrivo della telecabina. Non c’è un limite di età per accedere al bike-park, in loco la possibilità di noleggiare l’attrezzatura specifica e di avere il supporto di una guida. Non solo downhill!

Dall’arrivo della telecabina si può accedere a numerosi sentieri di crosscountry tra cui quello che passando per la Val Trela porta ai laghi di Cancano e di nuovo a Livigno lungo la Val Alpisella, percorribile più comodamente in sella ad una e-bike. Al Carosello 3000 ci sono 25 km di sentieri di recente costruzione adatti ad ogni livello di riding che, aggiungendosi alla sentieristica pre-esistente, sono in grado di offrire una discesa che supera i 3500 metri di dislivello complessivo. Questi trail sono oggi inseriti all’interno del “Tutti Frutti Epic”, un tour di 45 km di lunghezza che, grazie all’utilizzo di cabinovie e seggiovie, prevede solo poche centinaia di metri in salita ed è quindi accessibile a chiunque, non solo a riders qualificati come i protagonisti del video: Hans Rey and Brian Lopes. Biker di tutti i livelli d’abilità possono infatti percepire il feeling flow, simile a quello avvertito sulle montagne russe, su sentieri perfetti sia per le mountain-bike all mountain ed enduro, sia per quelle da cross country.

In totale Livigno può vantare oltre 3200 km di percorsi mappati con sistema GPS per i Bike Tours&Track, dove avventurarsi anche accompagnati da esperte guide Bike, istruttori professionisti per il freeride, il downhill e il cross country e perché no, anche l’e-bike e la fat bike.

Chi sceglie di rimanere in paese, può pedalare lungo la pista ciclabile dotata di bike service, oppure esercitarsi nel bike skill center, da giugno a settembre, dove gli istruttori insegnano ai bambini e ai ragazzi a gestire l’equilibrio, i freni e i rapporti di cambio grazie al percorso di abilità su passerelle in legno.

Al bike skill center è anche possibile divertirsi provando i pump track, composti da paraboliche e saliscendi da percorrere con la sola spinta di braccia e gambe, senza pedalare. Questi tracciati sono adatti a tutti, dal biker esperto che vuole affinare la tecnica, al principiante che desidera imparare le basi della mountain bike.

A Livigno non mancano numerosi noleggi bike con officina, meccanici e le migliori proposte con le ultime novità di mercato, 30 BIKE Hotel&Apartaments con servizi dedicati agli appassionati delle due ruote come la lavanderia e il deposito attrezzato.

Anche gli appassionati di bici da strada a Livigno trovano pane per i loro denti: Livigno offre la possibilità di pedalare sui passi alpini che hanno fatto la storia del ciclismo, dallo Stelvio, al Gavia, dal Mortirolo al Bernina, ponendosi al centro di un fitto itinerario che si sposta tra l’Alta Valtellina e l’Engadina, nel cuore del Parco Nazionale dello Stelvio e del Parco Nazionale Svizzero.