Concesio, 80 anni del gruppo alpini, dodici giorni di festa

0

Quest’anno si celebra l’80° di fondazione del gruppo Alpini di Concesio e per l’occasione il direttivo guidato dal segretario Ludovico La Rocca organizza una serie di eventi, alcuni già iniziati, a livello conviviale ma anche culturale e rivolti agli iscritti, simpatizzanti e cittadini. Il tema principale sarà il centenario della Grande Guerra e filo conduttore di tutti gli appuntamenti.

Lo scorso 20 giugno in biblioteca è stata inaugurata la mostra alpina “Sul cappello che noi portiamo” curata da Matteo Ghedi e aperta al pubblico fino all’1 luglio. Domani, mercoledì 28, alle 20,45 sempre in biblioteca verrà presentato il libro “Tra le pieghe di una vita-Il tenente Ingravalle e i dimenticati uomini del Valcamonica” di Sergio Boem, moderato da Francesco Pavarini con l’autore.

Venerdì 30 giugno alle 20,30 il coro Alte Cime degli alpini di Brescia si esibirà in un concerto nella Basilica Romana Minore di Sant’Antonino. Poi sabato 1 luglio alle 10 nella sede di via Mattei si ricorderanno gli ex capigruppo “andati avanti”, seguita da una visita al cimitero. La sera alle 20,30 nell’auditorium “Lino Monchieri” ci sarà lo spettacolo “15-18 Guera Granda”, canzoni parole e immagini del gruppo “Alpiok”.

Le celebrazioni si chiuderanno domenica 2 luglio dalle 9 alla sede di via Mattei per la sfilata accompagnata dalla Fanfara Alpina di Salò, l’onore ai caduti e una messa alle 11 ancora in Sant’Antonino a Pieve. A seguire un pranzo all’oratorio Paolo VI. Per l’occasione il direttivo ha distribuito agli associati un opuscolo con i momenti più importanti della vita del gruppo, la nascita, la costruzione del rifugio, la posa della croce sul Monte Colma e la costruzione della sede.

Elencate anche le attività principali svolte a difesa del territorio e per il sociale. Per far conoscere la storia ai ragazzi e non dimenticare, a scuole ormai terminate, è stato proposto ai responsabili del centro di aggregazione giovanile che seguono l’organizzazione del grest di far visitare la mostra ai ragazzi e farsi raccontare le attività del gruppo. Al Comune è stato anche donato un defibrillatore per ricordare l’alpino “andato avanti” Alberto Spada.

80 ANNI ALPINI CONCESIO (PROGRAMMA)