Lonato, presunta truffa call center, anziana interviene

0

Mercoledì 14 giugno, al tribunale di Brescia si è tenuto un rito per direttissima nei confronti di due presunti tecnici di Regione Lombardia, che si erano presentati a casa di un’anziana di Lonato. La donna, infatti, aveva ricevuto una chiamata da un call center riferito al Pirellone che la informava che due operatori si sarebbero presentati da lei per un controllo.

L’anziana, ipotizzando a una truffa, aveva risposto che non voleva ricevere nessuna verifica, sborsando 140 euro. I due addetti, però, nel giorno prestabilito si son presentati davanti alla porta della signora, ma ad attenderli c’era una sorpresa: il figlio della donna insieme ai carabinieri. Per i due sono scattate subito le manette dopo che si erano allontanati dall’abitazione.

Durante il processo, però, i due arrestati si sono difesi dicendo che erano stati mandati dal call center, ma che non si erano mai presentati come legati alla Regione. Così, sono tornati in libertà, in attesa del prossimo procedimento giudiziario.

Lascia un commento