Brescia, abbraccio con furto, altri tre casi

0

In pochi giorni, tra domenica 11 e mercoledì 14 giugno, si sono registrati tre nuovi episodi di abili ladre che rubano orologi o effetti personali a anziani dopo averli abbracciati. Ne dà notizia il Giornale di Brescia.

Il primo caso è accaduto domenica, quando un uomo di 75 anni stava aspettando il bus alla fermata di via Lombroso. Due donne, una mora e l’altra bionda, entrambe pare dell’est e nomadi, si sono avvicinate facendogli credere di essere delle parenti. Una, poi, ha provato ad abbracciarlo e con un gesto repentino è riuscita a sfilargli l’orologio. L’anziano si è reso conto di tutto solo in seguito e ha denunciato il fatto alla polizia.

Il secondo caso è avvenuto martedì in via Creta a Brescia Due. Una delle due ragazze, stavolta sola, ha avvicinato un 67enne per chiedere informazioni lavorative. In seguito, lo ha abbracciato, rubandogli l’orologio. Infine, il terzo episodio si è verificato mercoledì 14, nel momento in cui un uomo di 70 anni è stato intercettato da una ragazza mentre stava tornando a casa con il proprio cane e una borsa della spesa.

La ladra gli avrebbe chiesto un lavoro anche in cambio di prestazioni sessuali. La vittima, capendo la truffa, ha cercato di divincolarsi, ma non è riuscito a impedire alla ragazza di sfilargli il suo Rolex. Il malcapitato si è accorto del furto solo in un secondo momento. Le forze dell’ordine stanno indagando su questi episodi.