Milano, agricoltura, al Pirellone convegno finale di “HelpSoil”

0

E’ arrivato alle battute finali il progetto europeo “Life HelpSoil”. Giovedì 15 giugno a Milano, nell’auditorium Testori al Pirellone ci sarà il convegno finale “HelpSoil! Facciamo vivere i suoli per migliorare l’agricoltura di domani” dedicato alla divulgazione dell’agricoltura conservativa. Protagonisti della giornata saranno gli agricoltori, i tecnici, i ricercatori, gli amministratori e i docenti artefici dell’agricoltura del futuro.

Il progetto, iniziato nel luglio 2013, ha visto impegnate le cinque regioni padano-veneto-friulane (Lombardia capofila, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Piemonte e Veneto) e gli enti Ersaf, Veneto Agricoltura e Crpa ed è stato possibile grazie ai contributi “Life” della Comunità europea e di KUHN S.p.A. “Life HelpSoil” ha coinvolto venti aziende agricole dimostrative, distribuite nelle cinque regioni, per mettere a confronto le tecniche convenzionali di gestione dei suoli agricoli e le tecniche innovative dell’agricoltura conservativa basate sulla diversificazione colturale, la copertura permanente del suolo con colture e residui e la riduzione delle lavorazioni dei terreni.

Il convegno finale sarà l’occasione per presentare i risultati di questi confronti, dando attenzione ai temi valutati nel corso dei quattro anni di durata del progetto tra cui le rese, i consumi idrici ed energetici, lo stock di carbonio organico e la biodiversità edafica. Saranno anche disponibili i prodotti finali del progetto tra cui venti schede descrittive di quanto accaduto e osservato nelle singole aziende e le linee guida per l’applicazione e la diffusione dell’agricoltura conservativa che illustreranno le esperienze maturate nel corso del progetto, predisposte da un gruppo di lavoro nel quale sono stati coinvolti le aziende dimostrative, i partner di progetto e gli stakeholders.

“Il progetto Life HelpSoil – dice Elisabetta Parravicini presidente di Ersaf – è stato l’opportunità di sperimentare sul campo e divulgare nuove tecniche agronomiche sostenibili, capaci cioè di valorizzare i servizi ambientali e climatici dell’agricoltura mantenendo la competitività delle imprese. L’agricoltura conservativa ha infatti l’obiettivo di assicurare una sostenibile e stabile produttività e, al tempo stesso, di preservare e rafforzare le risorse agricole, il suolo e l’ambiente. Per Ersaf il progetto è stato l’occasione non solo di mettere a disposizione il proprio staff di tecnici esperti di suolo e di comunicazione, ma anche di coinvolgere la propria azienda carpaneta nelle attività di confronto e di divulgazione delle tecniche conservative con quelle convenzionali”.

L’evento è organizzato da Ersaf con la Regione e la Federazione regionale degli Ordini dei dottori agronomi e dei dottori forestali (Fodaf) della Lombardia ed è inserito nel piano per la formazione professionale continua. La partecipazione al convegno è gratuita iscrivendosi online.

PROGRAMMA DEL CONVEGNO