Visano, trovato corpo privo di vita alla diga del Chiese

0

Giovedì 8 giugno, è stato ritrovato il cadavere di un uomo di 37 anni vicino alla diga del fiume Chiese a Visano. Si tratta di Francesco Baronio, il quale non si era presentato, come ogni mattina, davanti alla sua casa di via Tita Secchi per aspettare il pulmino della cooperativa “Il Quadrifoglio Fiorito”, impegnata nel reinserimento nel lavoro. Infatti, la vittima era affetta da una disabilità.

Il 37enne era uscito di casa molto presto, tanto che era stato visto ad Acquafresca e poi alle 8 in una tabaccheria a Visano. Quando i parenti si sono accorti che Francesco non c’era, hanno allertato le forze dell’ordine. Partite le ricerche, alla fine la brutta notizia è arrivata intorno alle 13.30, quando il suo corpo è stato ritrovato nell’acqua all’altezza della diga del fiume.

La vittima presentava una grave ferita alla testa, forse la causa del decesso. Inoltre, il 37enne aveva perso un fratello che si era impiccato nel 2016, mentre i genitori erano morti anni prima. Per questo si è pensato anche a un suicidio. Però, i militari ritengono tale ipotesi molto remota. Più probabile si possa essere trattato di una disgrazia, una caduta accidentale dall’argine. In ogni caso l’autopsia sarà eseguita oggi, per stabilire le cause del decesso.

Lascia un commento