Tromba d’aria, richiesto lo stato di calamità da Leno

0

Dopo la tromba d’aria che ha colpito la bassa bresciana nella giornata di ieri, il sindaco di Leno ha richiesto alla Regione Lombardia lo stato di calamità. La somma dei danni è arrivata a superare i 2 milioni di euro e così l’amministrazione comunale spera in un aiuto concreto.

Pesantemente colpite sono state le frazioni di Castelletto e di Milzanello, con aziende agricole scoperchiate e danneggiate. Animali sono morti durante il fenomeno naturale e alberi sono stati sradicati. Per le strade sono pure finite lamiere di amianto. Per fortuna non ci sono stati feriti e nessuna struttura pubblica è stata danneggiata.

Quindi, adesso, emerge la necessità di ricostruire e per questo il comune spera in una mano del Pirellone. Purtroppo si parla di interi campi di mais e orzo andati distrutti, per non parlare della violenta grandinata che ha danneggiato molti vigneti in Franciacorta. Si attendono sviluppi.

Lascia un commento