Civile Brescia, neonato salvato dopo intervento d’urgenza

0

Un neonato, colpito da una rara malformazione congenita all’esofago, è stato salvato dopo un’operazione chirurgica all’ospedale Civile di Brescia. Il bambino, nato da poco, pesava solo un chilo ed era affetto da atresia. Ne dà Notizia il Bresciaoggi.

Non si conoscono le cause di questa malformazione che consiste nel fatto che tra la terza e quinta settimana di vita del feto questo si “congeli” per poi riprendere a crescere tempo dopo, comportando che l’esofago non si colleghi alla parte superiore e nemmeno allo stomaco. Così, il cibo deglutito non arriva allo stomaco ma ai polmoni.

Per risolvere il problema è necessario un’intervento che solo quattro ospedali in tutta Europa sono riconosciuti per poterlo eseguire. Uno è il San Bortolo di Vicenza, che ha una convenzione con il Civile bresciano. E così, il primario Fabio Chiarenza, luminare del settore, ha raggiunto i colleghi bresciani. L’operazione, durata 4 ore, è perfettamente riuscita.

Lascia un commento