Valtellina, dolce “Bisciola” tra il Giro d’Italia e formazione

0

Un inizio di stagione intenso e ricco di soddisfazioni in Valtellina per l’associazione di tutela della “Bisciola” che dal 2013 promuove uno dei prodotti di eccellenze della tradizione e quelli da forno della provincia di Sondrio. Nella settimana che ha visto la valle al centro delle tappe (16° e 17°) del centesimo “Giro d’Italia”, l’associazione e la “bisciola” hanno avuto ampia visibilità.

Grazie al supporto e alla collaborazione del Consorzio Turistico Valtellina Terziere di Tirano, i fondatori dell’associazione con in testa il presidente Claudio Tognolini hanno fatto conoscere e apprezzare il dolce tipico a migliaia di appassionati presenti all’arrivo di Bormio e alla partenza di Tirano. Tognolini ha sottolineato per l’occasione che “l’associazione è stata fondata dopo anni di ricerche, studi e confronti tra panifici e pasticcerie artigiane.

Il marchio collettivo geografico ‘Bisciola’, depositato al Ministero dello Sviluppo Economico, sancisce il legame unico e storicamente fondato tra la provincia di Sondrio e il dolce. Il disciplinare di produzione – prosegue Tognolini – permette a tutti i produttori locali che richiedono il marchio, di realizzare la bisciola differenziandosi dagli altri, ma mantenendo uno standard di qualità definito e un unico marchio che permette di identificarsi in un territorio e nel suo prodotto d’eccellenza”.

Un unico simbolo per prodotti differenti ma di qualità e, spesso, di eccellenza artigianale. Questo è il significato del marchio già richiesto da molti panificatori e pasticceri di tutta la provincia. In occasione delle due tappe del Giro, l’associazione ha deliziato i molti visitatori offrendo i dolci realizzati dai quattro soci fondatori: Francesco Soggiu (Dolciaria Valtellinese di Chiuro), Remo Delle Coste (Al Prestiné di Tirano), Luigi Cao (Panificio Cao di Ardenno) e Claudio Tognolini (Pasticceria Tognolini di Tirano).

Il dolce ai primi di maggio è stato protagonista di un altro evento a Tirano. Con la disponibilità di Dino e Simona Mazza il dolce tipico è stato al centro di un servizio fotografico a palazzo Mazza dell’omonima famiglia. L’eccellenza alimentare è stata ospitata in una dimora del 1500 da molti considerata fra le realtà di pregio artistico meglio conservate di tutta la provincia. La promozione del dolce tipico non si ferma e prosegue a maggio. Si potrà fare domenica 28 a Sondrio per la prima edizione di “Cult City Lombardia e Bresaola go!” organizzato dal Comune di Sondrio.

La “bisciola” sarà presente nel percorso enogastronomico che si snoderà tra le vie del centro storico della città. I partecipanti in questo caso potranno assaporare il dolce offerto da un gruppo di maestri pasticceri e panificatori. La partecipazione a eventi promozionali e di grande visibilità si accompagna all’attività formativa rivolta ai giovani. Da questa vocazione nasce la decisione dell’associazione di collaborare con le scuole di formazione professionale. L’ultima in ordine di tempo è quella con l’istituto “Alberti” di Bormio per “Prodotti a Km zero” dello scorso 10 maggio. Gli aspiranti pasticceri hanno potuto vedere lo stesso presidente Tognolini all’opera nella realizzazione di diverse bisciole offerte agli oltre cento commensali presenti.