Stalker Castel Mella, a settembre il processo

0

Il giudice del tribunale di Brescia ha deciso che il 12 settembre aprirà un processo nei confronti di uno stalker 45enne di Castel Mella, accusato di atti persecutori. Questo è quanto è stato decretato nell’udienza preliminare di giovedì 25 maggio. Vittima è una donna di 50 anni che aveva conosciuto il suo persecutore attraverso facebook, con il quale si era poi fidanzata.

Quando le cose hanno iniziato ad andar male, la donna aveva deciso di stroncare la relazione. Da qui, la situazione è peggiorata drasticamente. Infatti, l’uomo ha iniziato con le telefonate intimidatorie, registrate con consenso del giudice, da parte della vittima. Poi, gli appostamenti sotto casa, con urla e imprecazioni, tanto che la 50enne ha spesso cambiato casa.

Inoltre, il 45enne ha postato sui social network foto intime della donna con tanto di numero telefonico, costringendola a cambiare utenza per le tante proposte sessuali ricevute. Nel giugno 2016, la vittima era stata costretta a rimanere chiusa in casa senza uscire, tanto da qualificare l’episodio come sequestro di persona.

Infine, a seguito di una minaccia di morte, è arrivato prima l’ammonimento e poi il divieto ad avvicinarsi alla donna. Tra l’altro, è stato scoperto che l’uomo aveva tenuto comportamenti simili con altre nove donne e che fosse già conosciuto alle forze dell’ordine dal 1995. A settembre dovrà affrontare il processo.