Leno e Bagnolo Mella, doppio sequestro a trafficante di droga

0

Nei giorni scorsi la Polizia di Stato di Brescia ha sequestrato due abitazioni a Leno e Bagnolo Mella, nella bassa bresciana, riconducibili a un 41enne marocchino arrestato dalla Squadra Mobile di Brescia il 5 agosto dell’anno scorso. Era stato trovato con oltre 170 chili di hashish.

Il provvedimento di sequestro preventivo degli immobili è stato emesso dal giudice del tribunale di Brescia Paolo Mainardi su richiesta della procura tramite Francesco Carlo Milanesi dopo i risultati sugli approfondimenti patrimoniali. Questi hanno consentito di certificare una netta sproporzione tra i redditi della famiglia del 41enne e i beni posseduti, tra i quali i due immobili, ritenuti, quindi, frutto degli ingenti guadagni derivanti dal traffico di droga.

L’uomo, infatti, oltre, all’arresto dello scorso agosto, per il quale è ancora detenuto, aveva collezionato in passato altre condanne sempre per traffico di stupefacenti. Il provvedimento cautelare, confermato dal tribunale del Riesame che ha condiviso il quadro indiziario prospettato, si inquadra nella più ampia strategia di aggressione ai patrimoni illecitamente accumulati.