Sebino, azienda nei guai, evasione da 1 milione di euro

0

La Guardia di Finanza di Pisogne ha eseguito un’indagine scoprendo che una fabbrica di reti, funi e spago attiva sul Sebino non aveva registrato 11mila ricevute fiscali. Infatti, l’azienda aveva venduto prodotti e materiali a bracconieri.

In totale è risultata una mancata dichiarazione di 1 milione di euro, con un Iva evasa pari a 200mila euro. L’operazione è partita nel 2016, quando le forze dell’ordine avevano eseguito controlli nella fabbrica, trovando 400 reti illegali, poi tutte sequestrate.

Il successivo controllo fiscale degli ultimi 5 anni di lavoro dell’azienda ha fatto emergere le irregolarità, ossia mancate emissioni e omesse conservazioni dei documenti fiscali sulle vendite. Il proprietario, un 55enne di Iseo, è stato così denunciato per distruzione di documenti contabili alla Procura di Brescia.