Inneggia a terrorismo, Cassazione contro liberazione Gafurr

0

Il tribunale del Riesame di Brescia dovrà di nuovo pronunciarsi dopo aver scarcerato Gaffur Dibrani, il 24enne del Kosovo sospettato di apologia al terrorismo. Lo ha stabilito la Corte di Cassazione accogliendo il ricorso della procura di Brescia contro il provvedimento del tribunale.

Il giovane venne arrestato a Fiesse, nella bassa bresciana, dove viveva da anni. Nei suoi confronti si erano addensati sospetti sul fatto che esaltasse il terrorismo islamico parlando di jihad su Facebook e su altri social network.

Condotto in carcere, aveva trascorso 16 giorni dietro le sbarre, prima di essere liberato dal Riesame per la mancanza di gravi indizi di colpevolezza. In seguito venne espulso dall’Italia. Ma ora lo stesso Riesame dovrà di nuovo affrontare il caso.