Aziende startup, intesa tra Digital Magics e BacktoWork24

0

L’incubatore di aziende Digital Magics e BacktoWork24, società del Gruppo 24 Ore che offre soluzioni integrate per favorire l’investimento di risorse finanziarie e competenze professionali da parte di manager e investitori, in piccole imprese e startup, hanno firmato un accordo di partnership per lo sviluppo congiunto di startup innovative digitali e di programmi di open innovation per le imprese italiane. BacktoWork24 organizzerà quattro incontri dedicati alle neoimprese di Digital Magics: il primo si è svolto il 10 maggio scorso a Milano in via Monte Rosa.

Durante il Club Deal – l’evento di matching che vede riuniti investitori privati, manager, dirigenti e professionisti – Digital Magics ha presentato le proprie startup in fase di funding al network di BacktoWork24. I due enti lavoreranno insieme anche per strutturare programmi di open innovation per le imprese italiane per creare innovazione aperta, migliorando processi, prodotti e servizi industriali, grazie alle innovazioni apportate dalle startup e ai reciproci network di partner.

I manager-investitori di BacktoWork24 potranno anche affiancare i giovani talenti e neoimprenditori mettendo a disposizione le proprie competenze professionali e lavorando a stretto contatto con loro e con il team di Digital Magics. Con questa operazione viene ulteriormente potenziata la più grande piattaforma di innovazione per lo sviluppo del digital Made in Italy avviata da Digital Magics, Tamburi Investment Partners e Talent Garden per sostenere le startup digitali italiane che rappresentano un’opportunità per l’Italia e gli investitori che credono nell’innovazione digitale.

“Finora sono stati raccolti oltre 43 milioni di euro per le nostre startup, di cui la metà investiti da terzi, e abbiamo sviluppato più di dieci programmi di open Innovation per le imprese italiane – dice Marco Gay vicepresidente esecutivo di Digital Magics.- La collaborazione con BacktoWork24 e con il suo network di manager-investitori è un supporto importante per la realizzazione di un sistema dell’innovazione nel Paese, in grado di sostenere i nostri straordinari talenti a livello finanziario e industriale”.

“Dopo aver chiuso il 2016 con oltre 45 operazioni di investimento in piccole imprese e startup, di cui molte digitali, siamo convinti che questa partnership possa offrire ai nostri manager-investitori ulteriori opportunità di grande interesse e rilievo – aggiunge Alberto Bassi amministratore delegato di BacktoWork24.- Crediamo, inoltre, che mettere a fattore comune i rispettivi network sia la strada giusta per generare un unico, grande polo di riferimento in grado di rispondere alle esigenze di nuove realtà imprenditoriali”.