Gavardo, piazza biblioteca all’artigiano Mario Bertuetti

0

Nei giorni scorsi si è svolta un’iniziativa voluta dal mandamento della Confartigianato di Gavardo per la tradizionale e annuale festa locale degli artigiani. Il piazzale davanti alla biblioteca è stato intitolato all’imprenditore gavardese Cavaliere Mario Bertuetti. E’ il riconoscimento dell’amministrazione comunale a una persona che ha lasciato un segno profondo nella comunità.

Bertuetti, a lungo delegato comunale dell’allora Unione provinciale dell’artigianato, ora Confartigianato, nato nel 1914 e scomparso nel 2008, aveva combattuto nella seconda guerra mondiale, partecipando, con il grado di sergente degli alpini, alla campagna di Russia. Tornato a Gavardo, aveva avviato una fortunata attività artigianale nel settore della lavorazione del rame e del ferro, affiancandola a un costante impegno nel sociale.

Delegato comunale dell’allora Unione provinciale dell’artigianato, nel 1957 era entrato nella commissione artigianato della Camera di commercio di Brescia, distinguendosi per competenza e disponibilità nella soluzione delle problematiche delle imprese. Nel 1961 il presidente Gronchi lo aveva insignito del cavalierato al merito della Repubblica. La richiesta all’amministrazione comunale era stata avanzata proprio dal mandamento di Gavardo della Confartigianato, presieduto da Luciano Manelli.

La cerimonia d’intitolazione si è svolta con le autorità comunali, il comandante locale dei carabinieri Santonicola, i rappresentanti locali e provinciali della Confartigianato e degli alpini. Angelo D’Acunto ha curato la cerimonia con l’accompagnamento del corpo musicale “Viribus Unitis”. Alla presenza dei familiari, hanno parlato Luciano Manelli per illustrare le motivazioni dell’intitolazione, il vicesindaco Sergio Bertoloni che ha tracciato un ricordo personale di Bertuetti, il vice presidente della Confartigianato di Brescia Pierangelo Landi e il presidente Micoli Romano degli alpini di Monte Suello, ricordando l’impegno di reduci come Bertuetti nella ricostruzione post bellica del Paese.

Poi la benedizione e la scoperta della targa. Nell’occasione la Confartigianato ha consegnato una benemerenza a un proprio socio, Lorenzo Bertoloni, padre ultra90enne del vicesindaco, come riconoscimento e impegno nella storia dell’artigianato locale. Poi il pranzo con i tre artigiani Giancarlo Tobanelli e Giuseppe Tellaroli di Villanuova sul Clisi e Claudio Tonni di Gavardo che sono stati premiati.