Lonato, 15° Granpremio Clever, Prosperi e Vai i migliori

0

Trecentododici agguerriti tiratori, nonostante i capricci del tempo, hanno onorato al meglio la classica del Primo Maggio, il Super Granpremio Clever, giunto alla sua 15ma edizione. Tanti i big presenti sulle linee di tiro del Trap Concaverde di Lonato. Per ricordarne solo alcuni: Simone Prosperi; Erminio Frasca; Oronzo Rochira; Paolo Cavarzan; Lorenzo Ferrari e Dario Carretta. Sul campo era presente anche l’officina mobile Perazzi, a suggellare l’ottimo rapporto tra le due aziende, per consentire interventi di riparazione come il cambio della molla, l’orlatura o l’aggiustamento del calcio.

Ad aggiudicarsi la cartuccia d’oro e il trofeo della gara, come miglior tiratore con cartucce Clever e come primo assoluto, in virtù del punteggio di 98/100, è stato Simone Lorenzo Prosperi. L’atleta delle Fiamme Oro, figura di primo piano dello scenario nazionale del tiro a volo, è giunto primo in classifica precedendo di un soffio altri big come Oronzo Rochira (98/100); Massimiliano Vai (97/100); Dario Caretta (97/100) e Paolo Cavarzan (97/100). A salire sugli scudi insieme a Prosperi, in una giornata che l’ha visto protagonista sin dalla prima serie delle eliminatorie, è stato Massimiliano Vai. Il “prima categoria” del Tav Ghirlandina non ha mai perso la concentrazione, ottenendo di diritto l’accesso al primo barrage e, di seguito, alla finalissima. All’appuntamento decisivo, per un punto, ha avuto la meglio su Oronzo Rachira (23/25, per lui fatale il doppio zero al 12 e 13 piattello). Subito alle loro spalle, con lo score di 22/25, si sono piazzati Antonio Zaccaria e Silvio Baccolo.

Tanta la soddisfazione nelle parole dei due protagonisti e non potrebbe essere altrimenti. “Non speravo neppure in questo risultato – ha commentato a caldo Vai, esibendo una vistosa fasciatura alla mano destra – Ero fermo da un po’ a causa di un infortunio ed è stata una bellissima sorpresa. Un’ottima gara, un’ottima gestione e un ottimo campo hanno coronato il tutto”. “Nonostante le condizioni un po’ proibitive, il risultato ottenuto fa guardare avanti con fiducia – gli ha fatto eco Prosperi – Tenevo particolarmente a fare bene, visto che sono un tiratore Clever e da tempo volevo partecipare a questa competizione. Ma una volta per una coppa del mondo, un’altra volta per un’altra gara, non ero mai riuscito a prendere parte. Finalmente ce l’ho fatta e i due trofei conquistati sono motivo di grande orgoglio”.

Peccato solo per questo tempo, visto che i due giorni precedenti erano stati caratterizzati da un bel clima primaverile – ha concluso Alberto Chiampan, presidente di Clever Mirage – Ciò nonostante non è mancata l’affluenza, con tiratori provenienti da tutta Italia e nomi di assoluto prestigio. Nonostante fosse difficile sparare, a causa di pioggia e vento, sono stati realizzati punteggi stratosferici, a dimostrazione di come il livello dei partecipanti sia stato elevato. Sono contento per l’organizzazione e la struttura, la più bella d’Europa, e per come si è svolta l’intera gara. E’ mancato solo il sole”.