Caso Ong, gruppi bresciani in difesa: “Attacchi gravissimi”

0

Medicus Mundi Italia, Scaip e Svi di Brescia, riprendendo parti della nota diffusa dall’Associazione delle organizzazioni italiane di cooperazione e solidarietà internazionale (AOI), dal Coordinamento italiano delle Ong internazionali (CINI) e da “Link 2007. Cooperazione in rete” esprimono con forza il loro pieno sostegno alle Ong impegnate nei soccorsi in mare, che da qualche mese stanno subendo “attacchi gravissimi e non giustificati per il solo fatto di salvare vite umane”.

Nonostante le “notizie” di reati che vengono fatte circolare, finora nessuna Ong – si legge in una nota congiunta – risulta essere stata accusata dalla magistratura. Qualora la stessa dovesse rilevare elementi a suo parere tali da procedere contro alcune, la nostra ferma richiesta è che venga fatta chiarezza al più presto. Ma con la medesima enfasi oggi chiediamo che cessi immediatamente ogni forma di generica denigrazione e diffamazione a mezzo stampa per pura strumentalizzazione politica.

Nel nostro ruolo di rappresentanti di importanti reti di ong e organizzazioni della società civile, nel condannare la superficialità e la gravità delle citate affermazioni denigratorie delle attività umanitarie di ricerca e salvataggio delle ong, ribadiamo l’esigenza che esse siano valutate dal Parlamento italiano: per la gratuità delle accuse che contengono e per la conseguente distorta informazione mediatica. Quest’ultima rischia di minare la fiducia dei cittadini e dei nostri stessi sostenitori in merito all’onestà, la trasparenza, l’efficacia degli interventi umanitari e di cooperazione internazionale.