Milano, al Gioin dell’8 maggio per startup di energia

0

Il nuovo appuntamento del Gioin (Gasperini Italian Open Innovation Network) sarà lunedì 8 maggio e affronterà il tema “Energia e tecnologia: tra futuro e sostenibilità” all’interno del campus di coworking Talent Garden Milano Calabiana. Gioin, primo network per le imprese che vogliono fare innovazione grazie alle tecnologie delle startup, è un’iniziativa di Digital Magics.

Durante l’evento, Digital Magics in partnership con Compendia, società di servizi energetici innovativi che coniuga le attività di servizio e di investimento finalizzate alla sostenibilità e alla competitività dei sistemi energetici dei propri clienti, presenterà anche Digital Magics EnergyTech, programma di incubazione specializzato per le startup digitali del settore dell’energia. L’impatto che la tecnologia applicata all’energia può avere sul pianeta, sull’ambiente condiviso (trasporti, città, uffici, case) e sulla competitività delle imprese è fondamentale non solo per la crescita dell’economia, ma soprattutto per le vite e per il futuro.

Dalle 15,30 interverranno: Guido Bortoni presidente Autorità per l’Energia Elettrica il Gas e il Sistema Idrico, Luigi Michi, capo divisione Strategia e Sviluppo Terna, Ruggero Recchioni responsabile Industry Innovation-Segmento Servizi Intesa Sanpaolo, Luca Seletto head of startup initiatives Enel, Daniele Penati presidente e socio Compendia e partner Digital Magics EnergyTech. Poi Mario Molinari socio Compendia e partner Digital Magics EnergyTech, Marco Gay vicepresidente esecutivo Digital Magics, Layla Pavone ad Digital Magics per l’Industry Innovation, Gabriele Ronchini fondatore e ad Digital Magics per il portfolio Development, Marco Zanchi fondatore e ceo della startup Almadom.us, Carlo Corallo amministratore delegato della scaleup WhiteQube, Emanuele Casero fondatore e ceo della startup PowerMe, Giuseppe Giordano ceo della startup Enerbrain e Daniele Caso managing director della startup Eelectron.

Digital Magics EnergyTech integra l’esperienza di incubazione e la conoscenza delle startup di Digital Magics con le competenze nel settore energetico e nell’innovazione di Compendia e in particolare con i servizi di carattere tecnico e tecnologico, per garantire efficienza, flessibilità e competitività nell’utilizzo delle fonti energetiche. Le startup digitali dell’energia all’interno del nuovo programma Digital Magics EnergyTech hanno accesso a un percorso unico di incubazione e accelerazione (mentorship, sviluppo del prodotto/servizio e del modello di business, assistenza al primo finanziamento seed, lancio sul mercato). Digital Magics EnergyTech si rivolge anche alle aziende del settore dell’energia e ai consumatori energetici, per progettare e sviluppare programmi di open innovation per creare innovazione interna di prodotti, servizi e processi grazie all’interazione con le startup.

“Solo una costante e concreta attenzione verso l’innovazione consente alle aziende di migliorare la propria competitività. Le startup nel settore energetico offrono un’opportunità preziosa di integrare efficacemente tecnologie innovative alle attività delle imprese – dice Daniele Penati presidente e socio di Compendia e partner di Digital Magics EnergyTech.- Lo sviluppo di nuovi servizi e modelli cambia costantemente lo scenario nel mondo dell’energia per chi la utilizza, la fornisce, gestisce le reti o produce gli impianti”.

“Come per la salute digitale, anche in questo caso abbiamo deciso di affiancarci a un partner di settore molto competente per poter ottenere risultati efficaci – dicono Gabriele Ronchini fondatore e ad di Digital Magics per il Portfolio Development e Layla Pavone ad di Digital Magics per l’Industry Innovation – e creare nuova innovazione e valore non solo per le aziende italiane, ma per il nostro Paese. I sistemi innovativi per utilizzare l’energia possono davvero cambiare le nostre vite e migliorare il nostro futuro.

Abbiamo già incubato due startup nel settore dell’energia, ‘Almadom.us’ e ‘PowerMe’ e stiamo già lavorando con alcune imprese per lo sviluppo di programmi di Open Innovation”. L’evento dell’8 maggio a Milano è il terzo degli otto per il 2017. Il prossimo sarà il 30 giugno e l’1 luglio a Saint Vincent con i principali protagonisti del digitale, istituzioni, aziende, investitori, incubatori e startup che si confronteranno per fare il punto della situazione di tutto l’ecosistema dell’innovazione italiana. Grazie al successo nel 2016 (con oltre 1.000 professionisti), Gioin ha aggiunto altre due date alla nuova edizione e ha stretto accordi con Intesa Sanpaolo, Boraso, Cisco, Ernst & Young, Fastweb, Oracle e QVC Italia che sono i partner dell’edizione di quest’anno, insieme a Talent Garden, DLA Piper e Dol. Collaborazione anche con il Gruppo 24 Ore.