Breno, arresti in Valcamonica per spaccio di droga

0

Operazioni antidroga e di altro genere nei giorni scorsi da parte dei carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della compagnia di Breno in Valcamonica. Giovedì 27 aprile a Darfo Boario Terme i militari hanno arrestato un 68enne pluripregiudicato, residente in paese, sottoposto alla misura di prevenzione dell’avviso orale, per spaccio e detenzione di sostanze stupefacenti. E’ stato sorpreso mentre cedeva una dose di marijuana da circa 3 grammi a un acquirente.

La perquisizione ha portato a trovare altri 10 grammi, un bilancino elettronico di precisione e 80 euro in contanti ritenuti provento dell’attività illecita. Tutto sottoposto a sequestro. Ieri mattina l’autorità giudiziaria ha convalidato l’arresto, disponendo la misura dell’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria e il rinvio del processo ad altra data. L’acquirente verrà segnalato come assuntore di stupefacenti. Lo scorso sabato notte, a Darfo, i carabinieri locali hanno arrestato una 52enne residente in paese per droga.

La donna, dopo una perquisizione, è stata trovata con circa 40 grammi di marijuana divisa in alcuni involucri, 1.425 euro ritenuti provento dell’attività illecita e materiale da confezionamento. Tutto sequestrato. Nel corso delle operazioni è stato anche denunciato a piede libero un 21enne bosniaco, residente a Darfo, che in passato aveva partecipato con l’arrestata nello spaccio. Segnalato come assuntore di stupefacenti l’acquirente. Processata per direttissima il giorno dopo, l’autorità giudiziaria l’ha condannata a 5 mesi e 10 giorni di reclusione, 800 euro di multa, pena sospesa e rimessa in libertà.

Lo scorso venerdì notte, invece, a Esine i carabinieri locali hanno arrestato un 36enne residente a Incudine, pregiudicato e tossicodipendente. Nell’area di servizio “Toroselle” alla statale 42 del Tonale e della Mendola è stato sorpreso mentre dava una dose di eroina da circa mezzo grammo a un cliente. Perquisito, è stato trovato con altri 5 grammi circa di eroina, 2 grammi di hashish e un flaconcino di metadone. Tutto sequestrato. L’arresto gli è stato convalidato, disponendo la liberazione e il rinvio del processo ad altra data.

Giovedì mattina 20 aprile, invece, a Pisogne, i militari del paese hanno arrestato un 42enne residente a Bergamo, con domicilio a Pisogne e pregiudicato, in esecuzione di un’ordinanza di pena ai domiciliari. Dovrà scontare 11 mesi e 28 giorni di reclusione per resistenza a pubblico ufficiale e lesioni aggravate commesse in provincia di Lecco nel 2007.