“Fashion Revolution Day”, chiude “Ethics&Aestethics”

0

Chiude sabato 29 aprile, in occasione del Fashion Revolution Day, il progetto Ethics&Aestethics organizzato da ITS Machina Lonati in collaborazione con Fabrique Handmade e con il patrocinio di Regione Lombardia, Provincia di Brescia, Comune di Brescia, Fondazione Provincia di Brescia Eventi, Associazione Artigiani di Brescia e Provincia, Fondazione Finanza Etica, Fashion Revolution e Hdemia di Belle Arti SantaGiulia.

Diversi gli appuntamenti in programma nella giornata del 29 aprile: workshop, laboratori, live performance, incontri., conferenze, open day e il lancio della nuova App “macchestrafi.com”.

Fondazione Provincia di Brescia Eventi presenterà in anteprima il 29 aprile la sua nuova produzione, la App “macchestrafi.com” che verrà proposta in diverse location anche durante EticaFestival. Dalle 10 del mattino la performance live prenderà vita nel negozio So&So di via Musei 3/B mentre al pomeriggio dalle 16 l’appuntamento è da Fair Made in Corso Palestro 45. Macchestafi.com è una riflessione sul tema dell’etica del corpo, della moda e della bellezza “fittizia” ottenuta attraverso le tecnologie digitali.

Alle 16.30 l’Associazione Artigiani di Brescia e Provincia incontrerà tutti gli studenti del II anno di ITS Machina Lonati durante la conferenza “Domani comincio” al Salone delle Danze presso il Mo.Ca. (via Moretto 78). Alle 18 invece Fabrique Handmade premierà i migliori progetti che hanno partecipato al Fashion Revolution Contest, lanciato lo scorso gennaio.

Durante la giornata verranno organizzati laboratori e workshop creativi dedicati al design e alla moda in cui ci si potrà mettere in gioco realizzando con le proprie mani un prodotto moda o un accessorio affiancato dagli studenti di ITS Machina Lonati e dalle singole realtà artigianali. Le persone potranno vedere dal vivo i processi di lavorazione e “imparare facendo” grazie alle dimostrazioni e agli open day che i giovani makers hanno in programma nei propri laboratori.

Programma della giornata.

Tra gli artigiani e i makers che hanno confermato la propria partecipazione al Fashion Revolution Day troviamo Bettyconcept (realtà artigianale che produce abiti dal concetto degli origami per sensibilizzare le persone al consumo consapevole), Chiara Valentini (spazio laboratorio di vetrofusione per la progettazione di elementi per la casa e oggetti di design) , Fabrique Handmade (piccola sartoria indipendente che crede nella cultura del fare e organizza corsi per aspiranti sartine), Fairmade (un luogo accogliente, una ciotola di ethical fashion, un piccolo di follia e una buona dose di artigianlità: ecco Fairmade).

Poi Federica Sofia (un laboratorio artigianale in cui vengono disegnate, progettate e realizzate scarpe su misura fatte a mano), InDetail (un brand indipendente italiano che coniuga il senso estetico con l’idea della libertà di movimento come espressione intima di chi indossa l’abito), LadyLikeKnitDesign (marchio di accessori, capi d’abbigliamento e complementi d’arredo interamente realizzati a mano a maglia, uncinetto, telaio e macramè), Lumière Handmade (una piccola realtà con un grande spirito, uno shop in cui si può trovare una vasta scelta di ispirazioni in cui confezione e vendita comunicano permettendo di respirare ancora aria artigianale).

Anche Picalò (una piccola bottega in cui Paola Minnino modella capi rigorosamente handmade utilizzando antiche macchine di maglieria secondo i dettami della ‘vecchia scuola”), Progetto Tangram (uno spazio per le arti e l’artigianato, nel quale si svolgono numerosi workshops, laboratori, eventi e mostre e in cui la condivisione è elemento fondamentale), Samantha Curve (una linea di abiti con uno stile deciso realizzati dalla stilista Samantha Schloss, promotrice del movimento Bodypositive Italia), Vittoria B Couture (sartoria e creazioni su misura da donna, sia per il giorno che per eventi e matrimoni).

Per informazioni: FB Event Ethics&Aesthetics – Fashion Revolution Day – email info@itsmachinalonati.it