Lumezzane, autopsia Ndour: morto per annegamento

0

Arrivano novità sulla morte di Ndour Modou, il senegalese di 49 anni trovato senza vita nel torrente Gobbia a Lumezzane, nella mattina di martedì 25 aprile. L’autopsia disposta dal pm Milanesi ed eseguita al Civile, ha accertato che la morte è avvenuta per annegamento. Lo scrive il Bresciaoggi. Nessun segno di violenza però è stato trovato sul corpo dell’uomo. Ora si attendono i risultati degli esami tossicologici.

Le indagini proseguono anche perché il senegalese aveva lasciato in casa tutti i suoi effetti personali e due biglietti aerei per il Senegal. Pare, però, che la sera della scomparsa il 49enne fosse afflitto da qualcosa, ma non si conosce altro. Le ipotesi più accreditate restano quella del gesto estremo o dell’incidente.

Gli amici della vittima sembrano scettici che si possa trattare di suicidio. Resta allora la pista dell’incidente, forse una caduta accidentale. Poi il corpo del senegalese potrebbe essere stato trasportato fino al luogo del ritrovamento, a causa del temporale di lunedì, ma niente di tutto ciò è sicuro. La salma sarà rimpatriata in Senegal dove verrà seppellita.