Lumezzane, uomo morto nel Gobbia. E’ Ndour Modou

0

Il corpo ritrovato nella mattinata di martedì 25 aprile nel Gobbia in via Levante a Lumezzane, è del senegalese, scomparso nella notte del 15 aprile, Ndour Modou. Di lui si erano perse le tracce dalla vigilia di Pasqua. Nella sua abitazione in via Trieste erano stati trovati gli effetti personali e i biglietti aerei per andare in vacanza in Senegal dalla famiglia.

Le ricerche sono proseguite per dieci giorni, poi, ieri, il corpo del 50enne senegalese è stato rinvenuto nel fiume Gobbia a Sant’Apollonio. Chi lo ha trovato è un uomo che possiede una cassetta in montagna nelle vicinanze. Sembra che fino a lunedì sera, in quel punto, non ci fosse nulla. Un’ipotesi è che il corpo sarebbe stato spinto da un canale fognario dal temporale avvenuto nella notte precedente. Però, resta da capire come sia poi finito nel torrente. Non si esclude si possa essere trattata di una morte violenta e che qualcuno in seguito lo abbia portato sul posto.

Sul posto, i carabinieri di Lumezzane e Gardone Valtrompia, vigili del fuoco e automedica. La salma del 50enne è stata ricomposta presso l’ospedale Civile di Brescia, dove si effettuerà l’autopsia.