Breno, debutto ufficiale di “Lazzaro” al Teatro delle Ali

0

Dopo le intense suggestioni dello spettacolo Fermati, la Verità ci farà liberi, svoltosi per le vie di Breno allestite e popolate per l’occasione, arriva il secondo appuntamento del Progetto Divina Umanità: il ciclo del Teatro delle Ali legato al tema del sacro, alla ricerca umana del respiro divino per dare risposte fondamentali alla propria esistenza.

Si tratta del debutto ufficiale dell’atto unico Lazzaro, che andrà in scena sabato 22 aprile alle 20.30, spettacolo nato da un’idea di Vittorio Pedrali (direttore artistico del Teatro delle Ali, ndr) e diretto dall’attore Luciano Bertoli, a partire da una collaborazione con il filosofo e autore Ermanno Bencivenga, professore ordinario di filosofia presso l’Università della California e collaboratore del quotidiano Il Sole24Ore, che ha curato i testi.

Lo spettacolo. Ogni istante della nostra vita è una cesura, uno stacco, fra quel che siamo stati e quel che saremo; in ogni istante abbiamo una scelta: se essere fedeli alla persona che siamo stati o inventarne un’altra. In ogni istante rinasciamo, conformi o difformi alle aspettative di tutti, comprese le nostre. Ogni istante è morte, perché chiude al precedente, ed è vita, perché apre al successivo. E noi dobbiamo scegliere se concepirlo come vita o come morte.

Se riflettiamo sul dilemma di Lazzaro non potremo non sentirci partecipi, in ogni istante, dello stesso dilemma. Lazzaro è tutti noi: è il senso che ciascuno di noi decide di dare a se stesso. “Tutto si può mutare se si vuole. Sappiamo quanto ci manca o ci resta da vivere e vivere per riparare? Non lo sappiamo. E se avessimo una seconda possibilità? Il fetore del cadavere, il marciume delle bende non lasciavano dubbi. Ho pianto davanti a Lazzaro.”

Atto unico di Ermanno Bencivenga
con Luciano Bertoli – Lazzaro
Valentina Gheza – Maria, nipote di Lazzaro
Monica Ducoli – Marta, figlia di Lazzaro
video maker Wladimir Zaleski
regia Luciano Bertoli
da un’idea di Vittorio Pedrali

Partecipazione libera e gratuita

Lascia un commento