Bagnolo Mella, fermata banda della truffa, cinque in manette

0

Mercoledì 19 aprile, cinque persone sono state arrestate dalle forze dell’ordine per diverse truffe, compiute al nord e centro Italia. Si tratta di un 59enne di Angolo Terme, una 35enne rumena, un 54enne di Bagnolo Mella, un 28enne di Sarnico e un 59enne di Angolo Terme. Gli episodi di truffa sarebbero avvenuti tra il 2015 e il 2016. Il valore della merce tocca quota 400mila euro: rolex, motorini, attrezzature agricole, biciclette, materiali elettronici e persino un cane di razza con sostituzione del chip.

Stando ai carabinieri di Angolo Terme e Breno, l’operazione sarebbe stata ideata dal 59enne e dalla compagna rumena. Tutti e cinque, comunque, devono rispondere di oltre 200 capi d’imputazione, come associazione a delinquere finalizzata alla truffa, fabbricazione di documenti falsi, ricettazione e possesso di un’arma clandestina. I due ideatori stampavano assegni, patenti e documenti falsi. Poi, si recavano dalla vittima, ovviamente con falsa identità. Dopo alcune trattative, nel weekend, acquistavano la merce con assegni, così che il venditore potesse verificare l’assegno solo il lunedì.

Nell’ottobre 2016, in questo imbroglio era finita anche la cascina “Clarabella” di Iseo, dove era stata venduta una partita di vino dal valore di 11mila euro. Grazie alle intercettazioni telefoniche, utilizzo di gps, gli agenti hanno potuto risalire alla banda in un capannone di Bagnolo Mella, che conteneva gran parte della merce rubata.

Lascia un commento