Brescia, Polizia locale contro accattonaggio molesto

0

Nel weekend pasquale, la Polizia Locale di Brescia è stata impegnata in operazioni per limitare il fenomeno dell’accattonaggio molesto nel centro storico. Venerdì 14 aprile, alcuni agenti sono intervenuti per sedare una rissa scoppiata tra due mendicanti in via X Giornate. Uno dei clochard, che fingeva di essere paralitico sulla sedia a rotelle, aveva precedenti penali contro la persona e il patrimonio.

L’uomo inoltre è stato trovato in possesso di oggetti pericolosi, come un cacciaviti, due bastoni, un martelletto d’emergenza e un punteruolo. Per questo, è scattata la denuncia a piede libero e resistenza a pubblico ufficiale, percorre e porto d’armi abusivo.

Sabato 15 aprile, invece, in via XX Settembre, la polizia ha bloccato due persona, una delle quali, al momento del sequestro del denaro ha minacciato gli agenti. Nel pomeriggio dello stesso giorno, le forze dell’ordine hanno poi eseguito 10 verbali per accattonaggio molesto nella zona del ring. Una individuo è stato portato in caserma poiché non aveva documenti d’identificazione.

Infine, in piazzetta Bruno Boni, una donna clochard, che dormiva sotto i portici impedendo ai tecnici di Aprica di eseguire le consuete pulizie, ha reagito sputando alle richieste di allontanamento. Poi, quando sono giunti gli agenti, ha aizzato il suo cane contro gli uomini che, feriti alle gambe, hanno riportato una prognosi rispettivamente di 10 e di 3 giorni. La donna è stata denunciata e il cane trasportato in canile.