Brescia, lite con coltellata fuori da discoteca. Due arresti

0

Gli agenti della Squadra Mobile della questura di Brescia hanno messo a segno due arresti per la lite finita nel sangue, con una coltellata, alla discoteca “Clique” del Crystal Palace, in città. Quella sera del 2 ottobre un 18enne etiope venne ferito e solo un intervento chirurgico riuscì a strapparlo alla morte. Un 20enne albanese e un 23enne dell’Est Europa si sono visti così notificare un’ordinanza di custodia cautelare.

Il primo in carcere per il tentato omicidio e il secondo, pregiudicato, ai domiciliari per favoreggiamento. Durante le indagini, infatti, agli inquirenti avrebbe mentito dicendo che il 20enne non si trovava nel locale quella sera e avrebbe consigliato al giovane di tornare in Albania. L’ordinanza è stata chiesta dal pubblico ministero di Brescia Erica Battaglia al termine dell’indagine e firmata dal giudice Alessandra Sabatucci.

Gli investigatori avrebbero accertato che quella furiosa lite era scattata per gelosia e tra due gruppi di ragazzi. Durante la rissa il 20enne aveva colpito l’etiope con una coltellata alla schiena, sfiorando un polmone. La questura fa sapere che le indagini sono state rese complicate, da una parte, per la ricostruzione effettuata dai giovani alterati da alcol e droga. Dall’altra, da un diffuso clima di reticenza. Tanto che si è dovuto fare ricorso anche alle intercettazioni.