Via Tartaglia, trovata la lettera testamento di Oreste Artioli

0

Il 79enne Oreste Artioli, che lunedì 10 aprile si è lanciato dal balcone del suo appartamento in via Tartaglia a Brescia, ha lasciato un testamento manoscritto. L’autopsia disposta dal sostituto procuratore Carlo Pappalardo ha confermato che si è trattato di un tentato omicidio e seguente suicidio.

L’anziano, esasperato dalla malattia della moglie 78enne, affetta da una forma d’Alzheimer in via di peggioramento, le aveva tagliato le vene dei polsi con un coltello da cucina, per poi compiere l’insano gesto. Nei suoi pantaloni è stata trovata una lettere testamento con le proprie volontà, firmandola a nome suo e della moglie.

Quest’ultima, ora, rimane in prognosi riservata in Prima Rianimazione all’ospedale Civile di Brescia, ma non si tema più per la sua vita. Nel frattempo, il magistrato ha dato il via libera per la sepoltura dell’uomo e si attende la data del funerale.

Lascia un commento