Trap Concaverde, Cattaneo e Premoli regnano al “Bornaghi”

0

L’ottava edizione del Trofeo Franco Bornaghi, disputatasi la scorsa domenica al Trap Concaverde, si colora di bianco-rosso. È Walter Cattaneo, polivalente tiratore del Trap Pezzaioli, ad aggiudicarsi la coppa del 2017. La vittoria arriva al termine di una finale combattutissima, con tre tiratori allo spareggio. Al quarto shoot-off, il monteclarense ha la meglio su Marco Venturini, tra i favoriti della vigilia, mentre Fabrizio Salvini, in testa fino al diciannovesimo piattello, chiude al terzo posto.

A fare notizia, poi, è il duplice successo di Dario Premoli (98/100), che si aggiudica la coppa Cesare Bornaghi, riservata al migliore tiratore senza vincolo di marca, e la gara a coppie (188/200) con il compagno di scuderia Marco Zilioli. Che l’alfiere del Poggio dei Castagni sia un tiratore in grado di mettere in difficoltà anche gli atleti più blasonati della disciplina è un fatto risaputo. E domenica se n’è avuta la conferma, con quattro serie da cecchino (25,23,25,25) di cui tre a punteggio pieno. Dietro al tiratore di Trenzano alcuni dei nomi più noti della scena nazionale, come Ivan Rossi (97/100), Daniele Resca (97/100), Diego Puccio (95/100), Paolo Cavarzan (94/100) e Luca Miotto (94/100). Una menzione d’onore, per finire, va ad Alessandro Spagnoli (92/100), vincitore del primo trofeo Bornaghi riservato agli atleti paralimpici, davanti a Fernando Bulgheroni e Giuliano Berlato.

Soddisfatti per la gara e la partecipazione (270 i tiratori in pedana) i rappresentanti della ditta Bornaghi: Alberta Ballini (responsabile vendite) e Stefano Pavan (agente). «Siamo fieri per la riuscita della novità di quest’anno, con una targa riservata agli atleti paralimpici – il loro commento – nel solco della tradizione voluta da Cesare Bornaghi, che offriva a questa categoria cartucce a prezzi speciali. L’intera gara è andata bene, su un campo di tiro numero uno a livello internazionale, e l’organizzazione è stata impeccabile». Riflettori sempre puntati, inoltre, sullo sviluppo dei prodotti, «in continua evoluzione, grazie alla collaborazione con Cheddite, alla costante ricerca dei nostri tecnici e all’esperienza dei tiratori».

Il prossimo, importante, appuntamento sarà tra pochissimi giorni, il lunedì di Pasquetta, con la gara di beneficenza. L’intero ricavato delle iscrizioni sarà devoluto all’UNITALSI (Unione Nazionale Italiana Trasporto Ammalati a Lourdes e Santuari Internazionali). Chi vorrà potrà anche gustare la grigliata preparata dal ristorante del campo di tiro.

Lascia un commento