Guardia costiera del Sebino recupera rete di frodo sul fondale del lago d’Iseo

0

Gli agenti della Guardia costiera del Sebino, insieme alla polizia provinciale di Bergamo e alcuni sommozzatori, hanno scoperto e recuperato una rete stesa dai pescatori di frodo sul fondo del lago d’Iseo.

Nella zona davanti alla Punta di Corno, lungo la sponda orobica del lago che va verso Sarnico e al confine con la riva bresciana, la rete era stata posizionata a 60 metri di profondità, tra sassi e spazzatura. Una circostanza che avrebbe potuto essere molto pericolosa dato che quella zona è frequentata da diversi subacquei impegnati nelle immersioni.