Limone del Garda, badante raggira 90enne incapace di intendere e volere

0

La Guardia di Finanza ha scoperto il raggiro operato da una badante moldava e da suo figlio ai danni di un 90enne residente a Limone del Garda. Il fatto è stato denunciato dal figlio dell’anziano. La moldava di 57 anni e il figlio 30enne, sfruttando il fatto che il 90enne non fosse in grado di intendere e volere, si sono fatti dare 250mila euro.

Inoltre, hanno fatto in modo che firmasse un testamento nel quale si dichiarava che lei e suo figlio sarebbero stati gli unici eredi del patrimonio dell’anziano, che conta cinque immobili e titoli per 1 milione di euro. I figli della vittima, accorgendosi del raggiro, hanno avvertito le fiamme gialle, che hanno bloccato i beni, prima di restituirli ai legittimi eredi.