Valcamonica, i malati di Parkinson superano la media nazionale

0

Secondo i dati raccolti, già dagli anni Novanta, dal gruppo di lavoro coordinato da Roberto Lucchini, docente di Medicina del Lavoro all’università di Brescia, a capo del World Trade Data Center Health Program di New York, la Valcamonica supera la media nazionale per quanto riguarda i malati di Parkinson. A Berzo Demo, nei giorni precedenti al 30 marzo, si è svolto un convegno per presentare questi dati.

L’indagine ha verificato le conseguenze dell’esposizione ai metalli pesanti a cui sono sottoposti gli operai delle fabbriche in Valcamonica, Bagnolo Mella e Lago di Garda. Non solo però. Infatti, sono stati visitati anche 720 ragazzi delle scuole medie e al 15% di loro sono stati effettuati altri esami. Anche se non sono risultai preoccupanti i dati riguardo ai disturbi nell’apprendimento, all’autismo, al deficit dell’attenzione e alla depressione giovanile, discorso diverso vale per quanto concerne quelli sul Parkinson: in Valcamonica si registrano 385 casi su 100mila abitanti, mentre a livello provinciali si attestano a 237.