Brescia, 800 grammi di cocaina e 5 mila euro in casa. Due arrestati

0

Due persone arrestate, sequestrati quasi 5 mila euro in contanti e oltre 800 grammi di cocaina. Sono i risultati di un’operazione antidroga portata a termine martedì scorso 14 marzo dalla Polizia locale di Brescia e presentata oggi. Gli agenti, in borghese e con veicoli di copertura, stavano tenendo sotto controllo i movimenti di un 45enne e di un 41enne marocchini. Usciti da un edificio di via Balardini intorno alle 15 e saliti a bordo di un’utilitaria, hanno compiuto diversi spostamenti.

I due, dopo essere rimasti all’interno del centro commerciale “Elnos” per circa un’ora e mezza, si sono diretti alla stazione ferroviaria di Brescia e, prima di far ritorno alla loro abitazione di via Balardini alle 18, hanno sostato nelle vicinanze di un concessionario di automobili in viale Bornata. Giunti a casa, i due sono entrati nel palazzo guardandosi attorno. Dopo alcuni minuti il 45enne è di nuovo sceso in strada ed è ripartito in auto. Gli uomini della municipale lo hanno seguito e sorpreso a vendere una dose di droga a un italiano.

Il marocchino si è opposto con violenza al fermo e, con fatica, è stato portato al comando. Sicuri che i due marocchini fossero in affari da tempo e che avessero nascosto gli stupefacenti nella propria abitazione, gli agenti sono tornati in via Balardini e, con uno strattagemma, sono riusciti a farsi aprire la porta. I poliziotti, sapendo che il marocchino fosse agli arresti domiciliari, gli hanno fatto alcune domande e il 41enne, consapevole di aver violato poco prima questa misura restrittiva, ha fornito loro risposte evasive e agitate. A quel punto gli agenti gli hanno intimato di mostrare dove era custodita la droga, così il marocchino, non avendo altra scelta, ha indicando loro un punto, tra il muro e il soffitto, dove è stato trovato un sacchetto di plastica rosso contenente cocaina, divisa in quattro pacchetti, per un peso di 840 grammi.

Gli uomini della Locale hanno perquisito l’intero appartamento e trovato, in un armadio della camera da letto, 4.985 euro in contanti, probabile frutto dell’attività di spaccio. Il 41enne è stato quindi portato in via Donegani per altri accertamenti. Infine, i due marocchini sono stati arrestati e portati al carcere di Canton Mombello dove sono a disposizione dell’autorità giudiziaria.