Lumezzane, scomparsa Bozzoli e morte Ghirardini ispirano un romanzo

0

Anche la misteriosa scomparsa dell’imprenditore Mario Bozzoli di Marcheno e la morte dell’operaio Giuseppe Ghirardini hanno ispirato la trama di un romanzo. A scriverlo, Sara Pelizzari, che l’1 maggio lo presenterà presso la Torre Avogadro di Lumezzane. Il titolo del libro è “Un delitto ‘quasi’ perfetto. La verità di Giuseppe Ghirardini”.

La procura di Brescia, in merito al caso, ha aperto due inchieste. Una per istigazione al suicidio nei confronti di Ghirardini e l’altra per omicidio volontario e distruzione di cadavere per la scomparsa di Bozzoli. Indagati a piede libero, i due nipoti dell’imprenditore, insieme ai due operai Oscar Maggi e Akwasi Aboagye. Questi quattro, insieme a Ghirardini erano gli unici presenti in azienda quando Bozzoli è sparito.

Il libro di Sara Pellizzare, raccogliendo testimonianze ed altri elementi, parte dalla domanda “perché Ghirardini è stato trovato senza vita a diversi chilometri di distanza da casa?”. Infatti, i famigliari dell’operaio sono convinti non si sia trattato di suicidio. Alla presentazione del romanzo, parteciperanno anche le sorelle di Ghirardini e il portavoce della famiglia, Roberto Stefana.