“CamminaForesteLombardia”, si parte il 12 giugno da Bigarello (Mn)

0

Sabato scorso è stata presentata la nuova edizione di “CamminaForesteLombardia” proposta dall’Ente Regione per i Servizi all’Agricoltura e Foreste (Ersaf) della Lombardia. Saranno 48 tappe in quarantadue giornate di cammino per un totale di circa 700 km dall’11 giugno al 22 luglio attraverso la regione. La carovana attraverserà anche la provincia di Brescia da lunedì 12 a mercoledì 21 giugno con varie tappe.

Quindi, il 12 giugno da Bigarello (Mn) in bicicletta fino al lago di Garda e attraversamento in traghetto con la risalita a Gargnano. Il 13 da Gargnano a Prabione Tignale, il 14 fino a Prati di Rest, il 15 giugno da Prati di Rest al rifugio di Monte Stino, il 16 fino al Ponte Caffaro e il 17 fino a Bagolino. Poi il 18 giugno da Bagolino alla Malga Vaia di Mezzo, il 19 fino all’Alpe Rosello, il 20 fino al rifugio Medelet e il 21 giugno fino a Lovere, quando si arriverà in provincia di Bergamo. Il Parco dello Stelvio sarà attraversato da due tracciati, percorsi con bicicletta a trazione elettrica: il primo parte il 25 giugno da Valfurva in alta Valtellina e arriverà a Tresenda il 28 giugno. Il secondo partirà il 27 giugno da Ponte di Legno nell’area camuna del parco e farà tappa a Vezza d’Oglio.

Il giorno successivo si ricongiunge con il percorso principale a Tresenda. “CamminaForesteLombardia2017 è una grande occasione di comunicazione e riflessione sul valore delle foreste e delle attività economiche in montagna. Con questa iniziativa – ha commentata la presidente di Ersaf Elisabetta Parravicini – si intende far conoscere e promuovere le venti foreste e il Parco dello Stelvio, la loro biodiversità, i valori che rappresentano e trasmettono attraverso l’incontro con le persone che vi abitano, i loro prodotti agroalimentari e anche le buone prassi di gestione e le potenzialità di crescita. Sarà un momento di incontro, di condivisione e di riflessione con tutti i partner territoriali con cui in questi anni abbiamo avviato e consolidato una relazione profonda e stabile per una partecipazione vera e quotidiana nella gestione delle foreste”.

La presidente ha presentato l’iniziativa con i sindaci di Ostiglia – il trekking prenderà le mosse dalla riserva naturale Isola Boschina, sul Po – e quello di Morterone, nel lecchese, dove arriverà, a sottolineare concretamente il legame con il territorio e le sue rappresentanze istituzionali. “La valorizzazione del turismo sostenibile è uno degli obiettivi che sta perseguendo in questi anni la nostra amministrazione – ha spiegato Valerio Primavori, sindaco di Ostiglia – attenta al proprio patrimonio ambientale e partner di progetti internazionali. L’isola Boschina, dopo la riqualificazione del 2015, è tornata ad essere fruibile ai cittadini con presenze di oltre 600 unità registrate nelle visite guidate della domenica, nella stagione estiva, e nelle attività realizzate con le associazioni locali, come il Wwf”.

“Concludere un cammino alla foresta del Resegone, sulla Costa del Palio, dopo chilometri percorsi a piedi tra sentieri, strade, boschi e pascoli è per il comune di Morterone non solo un evento importante – ha aggiunto il sindaco Antonella Invernizzi – ma un’opportunità che permette di far conoscere la ricchezza ambientale del nostro territorio”. Alla progettazione collaborano il Cai Lombardia, il Collegio Regionale delle Guide Alpine, Assorifugi, Legambiente e l’Associazione Italiana Turismo Responsabile. Altre informazioni si possono avere via mail e sul sito internet.

Il percorso
“CamminaForesteLombardia2017” prende le mosse l’11 giugno dalla Riserva Naturale Isola Boschina (Mn) e si conclude il 22 luglio all’alpeggio Costa del Palio nella foresta di Resegone (Lc) attraversando tutte le foreste. Il Parco dello Stelvio prevede due tracciati, rispettivamente con partenza il 25 giugno da Valfurva in alta Valtellina e il 27 giugno da Ponte di Legno nell’area camuna: i due itinerari, percorsi con biciclette a trazione elettrica, si ricongiungeranno con quello principale all’altezza di Tresenda (So).

Chi cammina
E’ percorso da un piccolo gruppo di camminatori (una decina) che, pur con il necessario cambio dei partecipanti, garantisce la continuità dell’itinerario e costituisce il nucleo di riferimento dell’iniziativa. Il gruppo è formato da un accompagnatore di media montagna associata al Collegio Guide Alpine della Lombardia attraverso la sottoscrizione di un specifico accordo operativo. Poi alcuni rappresentanti di Ersaf dai componenti del consiglio di amministrazione ai dipendenti. Anche amministratori locali, tra sindaci dei comuni attraversati, presidente della Comunità montana o Parco regionale. Il gruppo sarà di volta in volta integrato da giornalisti e blogger e testimonial del mondo dello sport e della montagna.

Lungo l’itinerario verranno invitati a partecipare a una o più tappe i partners locali di Ersaf, i firmatari dei contratti di foresta e i cittadini in escursioni organizzate dai partners territoriali. La camminata è rivolta ai cittadini lombardi, singoli o organizzati in associazioni, per scoprire in modo diverso le bellezze delle foreste. Agli enti dei territori attraversati, con cui condividere momenti di incontro, confronto e condivisione di idee e proposte di valorizzazione del territorio. Ma anche ai partners territoriali di Ersaf con cui condividere un’iniziativa di promozione del territorio, studenti dei corsi di scienze agrarie e forestali o Scienze naturali con attenzione a quelli delle sedi universitarie lombarde, per proporre loro un cammino di scoperta professionale;

Gli obiettivi
I principali obiettivi sono far conoscere le proprietà agroforestali regionali, sia nelle loro espressioni di bellezza e biodiversità che offrono esperienze di benessere e qualità di vita, sia come buone prassi di gestione del territorio perché rimanga vivo e dia opportunità di lavoro e reddito. Poi promuovere un progetto turistico sostenibile nelle foreste, che si appoggi per l’ospitalità alle strutture ricettive locali, di proprietà regionale (alpeggi e rifugi) e private (locande, case vacanza, bed and breakfast, agriturismi) e che valorizzi i produttori locali e i trasporti sui sistemi dolci: a piedi con l’uso, dove necessario, di mezzi pubblici o di altri mezzi sostenibili (biciclette, barche, canoe) per creare una struttura integrata di soggetti e imprese presenti sul demanio o attorno, che sviluppino nel futuro sinergie e relazioni per l’attivazione di progetti comuni.

Ma anche promuovere il confronto con i diversi territori intorno ai valori oggi importanti per le foreste, gli alpeggi, la montagna, per redigere e condividere proposte strategiche da diffondere a livello regionale. Stringere e consolidare i rapporti di conoscenza e di partenariato con il territorio attraversato e le sue rappresentanze istituzionali, economiche e far sentire vicina la presenza della Regione che “cammina” sul territorio insieme alla gente. Favorire occasioni di sviluppo economico delle realtà locali, far emergere nuove idee e possibilità di valorizzazione di specifici ambienti naturali e promuovere tematiche come biodiversità, certificazione, cura dell’ambiente, vita nella natura, lavoro in montagna, prodotti locali, servizi ecosistemici, educazione ambientale, incontro con le persone, fecondo rapporto pubblico e privato. Poi evidenziare, con il coinvolgimento delle associazioni rappresentative, i tratti e gli strumenti che rendono il percorso accessibile a disabili e non vedenti.

Gli eventi
“CamminaForesteLombardia 2017” incontrerà le persone e il territorio in eventi istituzionali per cercare e promuovere un confronto sui temi significativi di interesse generale. Nei diversi luoghi tappa, il cammino si interfaccerà con le iniziative locali già in programma (feste, convegni e celebrazioni) o promuoverà nuovi eventi. Lungo il cammino verranno realizzati diversi incontri. Si parla di eventi inaugurali e finali in occasione della partenza a Ostiglia, Valfurva e Ponte di Legno e all’arrivo alla Costa del Palio. Ma anche in dieci località con incontri tematici insieme alle amministrazioni del territorio, gli operatori del settore e i principali stakeholders. Infine, eventi collaterali tra animazione, informazione e comunicazione, spettacoli e incontri.