8 marzo, solo donne nelle Poste. Brescia prima in Lombardia

0

A un giorno, domani, mercoledì 8 marzo, dalla celebrazione della festa della donna, si segnalano alcune storie originali che riguardano proprio il gentil sesso. Per esempio, Poste Italiane sottolinea come l’ufficio di via Valeriana Antica a Pisogne, sul Sebino, abbia solo personale femminile. Oltre alla direttrice Patrizia Corsini, infatti, tutte le operatici di sportello e sala consulenza sono donne: Rosalina Maggioni, Roberta Parisi, Wilma Sanzogni e Alessandra Spatti.

L’ufficio di Pisogne non è l’unico ad essere completamente in “rosa”. Nella provincia di Brescia ce ne sono altri 31 con un organico composto unicamente da donne. Un dato, quest’ultimo, che conferma – scrive Poste Italiane – la fortissima presenza di personale femminile nelle Poste della provincia di Brescia, dove le donne raggiungono oltre il 54% del personale amministrativo e di sportello, una percentuale superiore a quella della Lombardia, pari al 51%.

Nel bresciano la presenza di personale femminile garantisce da sempre un forte apporto qualitativo al servizio – continua la nota dell’azienda – tanto che sono frequenti, da parte della clientela, le attestazioni di stima e di simpatia per la particolare attitudine ai rapporti interpersonali e la grande e riconosciuta professionalità.

Poste Italiane è da tempo impegnata a valorizzare le diversità e la tutela delle pari opportunità anche attraverso l’azione di uno specifico comitato e promuove soluzioni contrattuali e di politiche sociali (flessibilità di orario, telelavoro, asili nido aziendali) finalizzate a favorire la conciliazione tra tempi di vita e di lavoro delle persone.