Strage in Bosnia, arriva la condanna all’ergastolo per Paraga

0

Nella mattinata di giovedì 2 marzo, presso il Tribunale di Brescia, è stata decretata la sentenza di condanna all’ergastolo per Hanefija Prijic “Paraga”. Il bosniaco, ex comandante paramilitare, avrebbe ordinato la strage di Gornji Vakuf in Bosina, il 29 maggio 1993.

Quel giorno persero la vita anche tre bresciani, arrivati con una comitiva italiana per prestare aiuti alle popolazioni colpite dalla guerra dei Balcani. Fu un’imboscata, nella quale vennero uccisi Sergio Lana, Fabio Moreni e Giorgio Puletti, mentre Agostino Zanotti e Cristian Penocchio riuscirono a salvarsi scappando tra i boschi. E oggi, Paraga, dopo aver trascorso 12 anni in carcere in Bosnia, viene condannato per la seconda volta con l’ergastolo. L’ex paramilitare si è sempre difeso dichiarando di non aver mai ordinato gli omicidi.