Brescia, cinque clandestini in una casa abbandonata. Erano stati espulsi

0

Giovedì mattina una pattuglia della Volante della Questura di Brescia ha svolto un servizio di perlustrazione e controllo del territorio, controllando anche uno stabile abbandonato in via Zara in città. All’interno della struttura, con la porta aperta, sono stati trovati cinque stranieri senza documenti. Accompagnati in via Botticelli, i soggetti sono stati identificati dalla Polizia Scientifica.

Uno di questi, B. A. 25enne tunisino, aveva già ricevuto un provvedimento di espulsione dall’ufficio Immigrazione di Genova e nel novembre 2015 era stato accompagnato all’aeroporto di Palermo. Ma il giovane è tornato in Italia sbarcando a Porto Empedocle nel settembre scorso, prima dello scadere minimo dei cinque anni. E’ stato sottoposto al rito per direttissima incassando una condanna a 8 mesi con nulla osta all’espulsione.

Un secondo straniero, marocchino 27enne, H. N. le iniziali, aveva ricevuto un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal tribunale di Brescia nel maggio 2016 e già in precedenza su di lui pendeva un provvedimento di espulsione del questore, mai compiuto. Gli altri tre stranieri, anch’essi marocchini di 33, 29 e 23 anni, tutti senza autorizzazione a stare in Italia dopo aver ricevuto tra settembre e dicembre scorsi il decreto di espulsione del questore, sono stati messi a disposizione dell’ufficio Immigrazione per i provvedimenti del caso.