Brescia, gli rubano il cellulare al parco. Ma li segue e li fa arrestare

0

Nei giorni scorsi un 19enne italiano è stato rapinato del cellulare da due ragazzi che conosceva all’interno del centro commerciale Freccia Rossa a Brescia. Ma la stessa vittima è riuscita a bloccarli. L’episodio è avvenuto nell’area ristoro del complesso dove il ragazzo è stato avvicinato prima da C. G. di 20 anni, che gli ha chiesto una sigaretta e lo ha invitato a seguirlo sulla balconata del centro. Dopo un breve dialogo, i due sono rientrati e il conoscente si è avvicinato a un altro ragazzo, S. A. le iniziali, pakistano di 18 anni.

Lui e C. G., con la scusa di una passeggiata, hanno portato la vittima al vicino parco Venturini e si sono fatti consegnare il cellulare minacciandolo violenze se avesse reagito. Subito dopo i rapinatori sono fuggiti verso la stazione ferroviaria, mentre la vittima, spaventata, li ha inseguiti di nascosto e li ha intercettati in un negozio di cellulari proprio vicino alla stazione. Poi ha richiamato l’attenzione di una pattuglia di polizia che era sul posto. I militari sono così intervenuti e hanno interrogato i due ladri che hanno ammesso il furto e di aver venduto il telefono a un indiano davanti a un negozio in piazza della Repubblica.

Il proprietario dell’attività commerciale, infatti, interrogato dagli agenti, ha confermato tutto. Ma ha rivelato di aver rifiutato perché i due ladruncoli non avevano parlato della provenienza. Subito dopo il titolare ha notato la coppia cedere il telefono a un indiano per poi allontanarsi verso la stazione. Perquisiti, i due rapinatori avevano addosso alcune banconote da 20 euro, frutto della vendita del cellulare. La coppia, con precedenti per furto e altri reati contro il patrimonio, è finita in carcere a Canton Mombello.