Breno, al Teatro delle Ali va in scena “L’Orso” di Anton Checov

0

Fanno il loro gradito ritorno al Teatro delle Ali di Breno le serate realizzate in collaborazione con gli insegnanti e gli allievi dei corsi di arti performative dell’Accademia Arte e Vita di Breno.

A rompere il ghiaccio gli OpenAcademyTheatre di Lorenzo Trombini, che si pongono l’obiettivo di proporre allo spettatore non solo uno spettacolo, ma il racconto – dalle vive voci di maestro e allievi – del percorso seguito in accademia, svelando il training attorale, la genesi dell’idea registica, l’incalzare delle prove e l’emozione della prima.

Tutto questo accadrà venerdì 3 febbraio alle 20.30 con una messa in scena de L’Orso di Anton Checov basata sulle teorie di S.M. Eisenstein: la rappresentazione diventerà l’occasione per parlare  delle scelte operate nel corso della realizzazione dello spettacolo, per cercare di portare il pubblico a penetrare i segreti della regia secondo Eisenstein.

L’Orso è la storia di una donna rimasta vedova da sette mesi e ancora inconsolabile. La scena – in un unico atto – si svolge nella Russia dell’800, in una casa padronale in cui regna il caos, alimentato ulteriormente da un creditore intransigente pronto finanche a sfidare la vedova a duello. Nel testo di questo classico al centro di tutto è la differenza tra come ognuno vuole mostrarsi al mondo e come in realtà è, la consapevolezza che l’umanità è fondamentalmente stupida, a teatro come nella vita, come spesso accade nella drammaturgia di Anton Checov.

Biglietti

Platea: intero 12 € – ridotto 10 €
Galleria: intero 10 € – ridotto 8 €
Questi biglietti sono acquistabili anche online su VivaTicket