Scontri prima di Verona-Brescia, daspo per nove tifosi bresciani

0

Guai in vista per alcuni ultras del Brescia calcio che il 9 ottobre hanno partecipato alla trasferta di Verona per assistere alla partita di campionato di serie B allo stadio Bentegodi. La questura scaligera, infatti, ha avviato il procedimento di Daspo (divieto di accesso alle manifestazioni sportive) nei confronti di nove bresciani, tutti dai 17 ai 49 anni, che si sono resi responsabili di tafferugli prima del match.

Nel parcheggio del settore riservato ai tifosi ospiti erano arrivati due autobus pubblici dei bresciani, prelevati e scortati dalla polizia dalla stazione ferroviaria di Porta Nuova verso lo stadio. Ma alcuni dei supporters, alla vista dei tifosi locali, si sono riversati in massa contro gli ultras veronesi. L’intervento delle forze dell’ordine tra i due schieramenti aveva innescato un lancio di sassi, con il ferimento di un poliziotto.

Dopo quell’episodio la Digos di Verona ha analizzato le immagini riprese dalle telecamere di video sorveglianza e indagato per diversi mesi, fino a pochi giorni fa. Tutto il materiale ha poi portato a denunciare i nove tifosi bresciani. Dalle informazioni emerse, due di loro erano già stati puniti per episodi simili in passato, mentre gli altri hanno tutti precedenti per reati contro la persona, in famiglia, contro la Pubblica Amministrazione e per spaccio di droga.