Ciclismo, Provincia di Brescia a fianco della Bresciacup 2017

0

Dopo l’importante e significativa sinergia che già si era creata nell’edizione targata 2012, il Circuito Bresciacup ritrova per il suo tredicesimo anno di attività il patrocinio della Provincia di Brescia, massima carica territoriale, che per tutte le otto prove a calendario sarà a fianco dell’iniziativa sportiva e culturale.

L’ufficialità è giunta pochi giorni fa con la comunicazione da parte del Presidente della Provincia di Brescia, Sig. Pier Luigi Mottinelli, che ha confermato la vicinanza della Provincia al progetto promosso dal Circuito Bresciacup: “Si tratta di un appuntamento ormai atteso e consolidato – ha dichiarato il Presidente Mottinelli – in grado di valorizzare gli sport minori e di coinvolgere gli appassionati in un percorso che permette di far conoscere paesaggi e panorami suggestivi della nostra bella provincia. Il grande successo di pubblico e di partecipanti dimostra ogni volta la bontà di questa iniziativa, che sa trasmettere importanti stimoli ai giovani, dimostrando quanto lo sport, oltre ad essere fondamentale per la crescita dei nostri ragazzi, sia veicolo di grandi valori educativi e sociali”.

Otto prove con l’esordio fuori provincia nella vicina località di Rivoli Veronese (VR), per uno start d’eccezione come accade nei grandi giri a tappe, poi sette prove tutte distribuite all’interno del territorio provinciale che condurranno i partecipanti ed il pubblico a scoprire e visitare non solo le bellezze paesaggistiche di cui dispone la provincia di Brescia, ma che saranno anche occasione di promozione sportiva territoriale, coinvolgendo sette società sportive locali e le rispettive attività. Un chiaro esempio di promozione rivolta alla conoscenza di sport ancora considerati “minori” ed un forte incentivo alla crescita sportiva, civica e culturale dei giovani.

“Avere il sostegno della Provincia di Brescia in questo progetto ci conferisce ancora più stimoli e fiducia in ciò che facciamo – ha commentato Enrico Andrini, coordinatore del circuito – negli anni abbiamo dimostrato d’essere in grado di poter sfruttare lo sport come veicolante e legante sociale, culturale e territoriale. L’obbiettivo della promozione sportiva, in particolar modo rivolta ai giovani, è un traguardo che abbiamo particolarmente a cuore e ci trova tutti d’accordo. Quest’anno avremo l’inedita apertura con la tappa d’esordio fuori dai confini provinciali, un altro chiaro segno che il lavoro fatto sul nostro territorio inizia a dare i propri frutti, che le realtà bresciane hanno un riscontro positivo anche fuori provincia ed è motivo di grande orgoglio sapere che anche la Provincia ci appoggi e creda in questo.”