Ghedi, falliscono furto in casa. Poi picchiano padrone e figlio

0

Nella serata di lunedì 23 gennaio, introno alle 20, in una villa a Ghedi in via Petrarca, è avvenuto un furto che si conclusa drammaticamente. Il padrone di casa, un 71enne a rientro dal lavoro, una volta entrato in casa ha sentito dei rumori sospetti. Ha deciso così di chiamare il cognato di 66 anni e il figlio di 36.

Dopo aver controllato, è stato in cortile che si sono trovati davanti tre uomini con accento del’est. I ladri infatti si erano introdotti in casa tramite una scala e dopo aver forzato una finestra. Non riuscendo a portare a termine il furto per l’arrivo del padrone di casa, avevano aspettato il momento giusto per fuggire.

E poi l’incontro nel cortile, quando si sono scagliati violentemente verso il 71enne, colpito con un piede di porco, il 66enne preso a sassate e infine il figlio 36enne riempito di pugni tanto da renderlo incosciente. Infine, i malviventi sono fuggiti su un’auto grigia. La prima a prestare soccorso è stata la moglie del figlio del 71enne, che abita poco accanto.

In seguito sono giunti sul posto i carabinieri di Verolanuova e del Nucleo investigativo per iniziare le indagini. Il figlio è stato rianimato con il defibrillatore e portato in codice rosso al Civile di Brescia, dove ha subito un intervento chirurgico. Il padre, invece, con ferite allo zigomo è stato trasportato all’ospedale di Montichiari.