Comuni lombardi virtuosi, Padenghe secondo. Si conferma in vetta

0

Padenghe sul Garda si conferma tra i primi nell’elenco dei 1.500 comuni lombardi. In particolare, l’indice di virtuosità lo pone all’ottavo posto a livello regionale L’indicatore è un numero che risulta da un calcolo effettuato dalla Regione con l’Anci, ottenuto esaminando i consuntivi dei comuni, in questo caso riferiti al triennio 2012-14. Più alto è il numero, migliore è la situazione del bilancio. Si misurano gli equilibri tra spesa ed entrate correnti, gli indici relativi agli investimenti e ai pagamenti.

Si guarda anche al livello di indebitamento e alla spesa del personale. L’indice sintetico di virtuosità viene calcolato per tutti i comuni lombardi che hanno presentato il certificato del consuntivo (quasi tutti), esclusi quelli che sono in dissesto. Oltre ai dati di bilancio, viene valutato il rispetto delle scadenze per l’approvazione del Pgt e l’esistenza di funzioni gestite in Unione dei comuni.

La graduatoria, formulata dalla Regione, distingue i comuni in classi demografiche, dall’1 alla 7, ovvero dai comuni sotto i 1.000 abitanti, fino a quelli oltre i 50 mila e i capoluoghi. Nella classe demografica tre, alla quale appartiene Padenghe, il comune risulta a livello regionale al secondo posto, così come a livello provinciale se si tiene conto della media demografica.

Al primo posto c’è Cedegolo (classe 2), con un indice di 84,27 contro gli 84,20 di Padenghe. “Rimanere tra i primi posti per più anni, significa riconoscere alla politica che governa il paese un’attenzione seria e responsabile all’equilibrio dei conti e soprattutto al controllo della spesa corrente e agli uffici finanziari la competenza e la serietà nel convertire l’input della politica in risultati concreti” commenta il sindaco Patrizia Avanzini.