Brescia, insulti e saluto nazista al corteo di pakistani. Quattro daspo

0

Lo scorso 11 dicembre erano usciti da un bar del centro di Brescia insultando un corteo di 5 mila pakistani nell’ambito di una manifestazione religiosa, tanto da lanciare cori offensivi e discriminatori e mostrare il saluto nazista. A distanza di oltre un mese, dopo le indagini del caso e le segnalazioni, quattro persone, tutte dai 29 ai 39 anni, si sono viste notificare il daspo dalla questura di Brescia.

Sono ultras della Curva Nord Brescia di calcio e non potranno accedere per diversi anni ad alcuna manifestazione sportiva negli stadi, in tutta Italia. E’ questo il senso del divieto presente nel provvedimento di daspo, che impedisce anche di farsi trovare sulle zone dove sono previste le competizioni. Tre di loro dovranno scontare la punizione per cinque anni e con l’obbligo di presentarsi alla polizia giudiziaria, con la disposizione già convalidata.

La quarta persona, incensurata, non potrà presentarsi negli stadi per due anni e non ha ricevuto altre indicazioni. Durante quella manifestazione in città era dovuta intervenire anche la Digos di Brescia per evitare scontri con il partecipato corteo di pakistani. Nonostante i comportamenti dei quattro ultras non si siano verificati durante una competizione, le nuove disposizioni prevedono comunque il daspo nel caso in cui ci si renda protagonisti di atti contro l’ordine e la pubblica sicurezza.