Firenze, sciopero nazionale degli addetti del tessile. Anche bresciani

0

I lavoratori del settore tessile, dell’abbigliamento e delle calzature oggi hanno incrociato le braccia per uno sciopero nazionale. Il motivo, segnalato dai sindacati, riguarda i nove mesi di blocco del rinnovo del contratto per la “intransigenza del Sistema Moda Italia”, l’associazione delle imprese del settore, che avanza “proposte peggiorative in tema di diritti pretendendo al contempo un aumento delle flessibilità”.

Dopo la manifestazione di Milano dello scorso dicembre, la protesta si è spostata a Firenze nella giornata conclusiva di Pitti Uomo. Nel corteo del capoluogo toscano c’era anche un gruppo di delegati e sindacalisti della Femca Cisl di Brescia.

“Non è più rimandabile una soluzione equilibrata – dicono Filctem Cgil, Femca Cisl e Uiltec Uil – che consenta di salvaguardare il salario delle lavoratrici e dei lavoratori e i diritti normativi. La manifestazione di oggi vuole essere un messaggio forte e chiaro alle controparti affinché superino le rigidità e le pregiudiziali fino ad oggi manifestate ai tavoli di trattativa”.