Bimba morta di meningite a Brescia, indagato un medico

0

Sequestro delle cartelle cliniche e inchiesta per possibile omicidio colposo. Così si è mossa la procura di Brescia dopo la morte, mercoledì, di meningite della bambina pakistana di 5 anni agli Spedali Civili. Dai dettagli ricostruiti dall’azienda sanitaria è emerso che la piccola era già stata portata al pronto soccorso pediatrico sabato sera per febbre alta e dissenteria.

Ma quando le condizioni sembravano migliorate, la piccola residente con i genitori a Inzino era stata dimessa e portata a casa. Poche ore dopo, però, domenica mattina il quadro sanitario era di nuovo peggiorato. Tanto che la bimba era stata trasferita in Rianimazione pediatrica dove mercoledì sera è morta. Diagnosi: meningite da pneumococco, non contagiosa.

Sul caso la Regione Lombardia, tramite l’assessore al Welfare Giulio Gallera, ha annunciato una commissione d’inchiesta. Intanto, la procura bresciana si è portata avanti. Il sostituto procuratore Carlo Pappalardo ha avviato un’indagine con l’ipotesi di omicidio colposo nei confronti del medico del pronto soccorso che sabato sera aveva accolto la bambina, per poi dimetterla. In più, sul corpo della piccola è stata disposta l’autopsia che sarà eseguita martedì 17 gennaio.