Treni, dal 30 gennaio nuovo regionale Verona-Brescia-Milano

0

Come scrive il portale TrasportInfo, da lunedì 30 gennaio entrerà in servizio la nuova corsa regionale dei treni Verona-Brescia-Milano, richiesta dai pendolari dopo la progressiva trasformazione dei Frecciabianca in Frecciarossa. “A seguito della decisione di Trenitalia di trasformare il servizio – commenta l’assessore lombardo alle Infrastrutture e Mobilità Alessandro Sorte – abbiamo deciso di andare il più incontro possibile alle esigenze dei pendolari che si spostano fra Verona, Brescia e Milano.

Se in tempi record siamo riusciti ad approvare la ‘Dote trasporti’ che, in pratica, consentirà di pagare la qualità dell’alta velocità a un prezzo molto conveniente, grazie al contributo mensile di 10, 45 o 92 euro che riconosceremo a seconda dell’abbonamento scelto, oggi offriamo un’altra possibilità a chi non intende avvalersi di questa soluzione”. Il treno regionale partirà da Verona Porta Nuova alle 7,10, arrivando a Brescia alle 7,55 e a Milano Centrale alle 9. Tra l’altro, dallo scorso 1 gennaio la Carta Plus Lombardia non è più valida per viaggiare sui Frecciarossa, mentre continuerà a essere valida sui Frecciabianca.

Dal 25 dicembre Trenitalia ha messo in vendita nuove tipologie di abbonamenti mensili che consentono di utilizzare i treni Frecciarossa e Frecciabianca, anche in combinazione con i trasporti urbani di Milano e Brescia e i treni regionali di Trenord tra Milano, Brescia, Desenzano e Peschiera. Sono l’Unico Rail, abbonamento mensile per viaggiare dal lunedì al venerdì nelle fasce di punta sui treni FrecciaRossa, Frecciabianca e sui regionali tra Brescia/Desenzano e Milano a 160/187 euro (seconda classe). In questo caso il contributo che la Regione sta valutando sarà di 10/20 euro.

L’altro è Integrato full, mensile valido per viaggiare dal lunedì alla domenica su tutti i convogli, cui si aggiunge la possibilità di utilizzare i servizi urbani di Milano e Brescia o Desenzano a 205/220 euro (seconda classe). In questo caso il contributo ipotizzato sarà di 45 euro. Trenitalia conferma anche la vendita degli abbonamenti Av con estensione regionale che consentono di viaggiare dal lunedì alla domenica su tutti i treni sulle altre relazioni diverse e non ricomprese da Unico Rail.

A quelli che acquisteranno un abbonamento unico rail o Av in abbinamento a “Io viaggio ovunque in Lombardia” la Regione sta valutando di riconoscere un contributo di circa 92 euro. Infine, chi fosse in possesso di una Carta Plus ancora valida, ma che dall’1 gennaio si intende sostituire con nuove soluzioni, si potrà chiedere fino al 30 aprile il rimborso per la quota residua all’azienda che l’ha emessa (Trenitalia o Trenord).