Gavardo, intossicata dal monossido. Donna salvata dai figli

0

Solo qualche minuto, giusto il tempo ai suoi due figli per ritornare a casa da scuola e trovarla priva di sensi. E’ successo intorno all’ora di pranzo a Soseto di Gavardo, in Valsabbia. Ne dà notizia il giornale online Vallesabbianews.it.

La donna, 40enne di origine senegalese, infreddolita dal gelo di questi giorni e dal nevischio di oggi, aveva deciso di accendere un braciere per trovare un po’ di tepore. Ma mentre si riscaldava è stata avvolta dal monossido di carbonio che l’ha tramortita. L’arrivo dei figli dal rientro dalle lezioni è stato provvidenziale perché ha permesso loro di trovare la donna alle prese con un mal di testa e un senso di nausea.

Hanno fatto areare l’ambiente e allertato i soccorsi. Sul posto è giunta un’ambulanza sostenuta dall’automedica che hanno prestato la prima assistenza alla donna, ripresa in quegli istanti. Ma per lei per motivi di sicurezza è stato disposto il trasferimento in elicottero agli Spedali Civili di Brescia e poi nella camera iperbarica della clinica Città di Bresca. Non è in pericolo di vita.

Sono stati controllati anche i figli, ma in loro non è stata riscontrata alcuna anomalia. Dell’episodio si sono occupati i carabinieri di Gavardo che hanno accertato come la causa del malore fosse il braciere. Presenti anche i vigili del fuoco.