Valcamonica e Garda, tre arresti per evasione e spaccio di droga

0

Negli ultimi giorni di vacanze natalizie i carabinieri del comando provinciale di Brescia hanno mantenuto l’attenzione per consentire ai cittadini di passare serenamente le festività. I numerosi controlli hanno consentito ai militari di Breno di rintracciare e assicurare alla giustizia un italiano destinatario di un provvedimento di cattura, della durata di due anni, per reati su stupefacenti. A Darfo Boario Terme gli uomini dell’Arma hanno invece proceduto ad arrestare un marocchino sorpreso a violare le prescrizioni relative alla detenzione domiciliare cui era sottoposto.

Approfittando di un impegno personale che lo autorizzava a uscire dalla propria casa, forse felice per la riacquistata libertà, è rientrato solo a tarda sera non attenendosi a quanto stabilito dal giudice e quindi fermato per evasione. Poi un altro arresto per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Protagonisti dell’episodio i militari di Esine che nelle prime ore dell’Epifania hanno fermato un cittadino albanese. Aveva con sé circa 20 grammi di cocaina e quasi 800 di marijuana. Nella sua casa anche un bilancino elettronico e materiale vario per confezionare le dosi. L’autorità giudiziaria ha convalidato il fermo disponendo i domiciliari. Militari impegnati anche sul lago di Garda.

A Sirmione, nell’ambito dei controlli di prevenzione, i militari locali hanno verificato un francese risultato destinatario di un mandato d’arresto europeo emesso dalle autorità svizzere come estradizione in quanto deve scontare dieci anni di reclusione per una rapina in banca commessa nello Stato estero. Nella tarda serata dell’Epifania, a Lonato, i carabinieri del Nucleo Radiomobile della compagnia di Desenzano, con l’aiuto del commissariato di polizia, hanno sventato un furto ai danni di un deposito di tabacchi.